Moto Guzzi

La Società Anonima Moto Guzzi  viene costituita a Mandello del Lario (oggi in provincia di Lecco) il 15 marzo 1921.  Soci dell'impresa - che ha per oggetto "La fabbricazione e la vendita di motociclette e ogni altra attività attinente o collegata all'industria metalmeccanica" - sono Emanuele Vittorio Parodi, noto armatore genovese, il figlio Giorgio e l'amico Carlo Guzzi, suo ex commilitone nell'Aeronautica Militare e appassionato di moto.
Il primo prototipo viene realizzato nel 1919 ed è una monocilindrica da 500cc mentre il primo modello commercializzato, la Normale, con 8 CV di potenza ed una velocità massima di 80 Km/h, è del 1921.
In quegli anni eroici l'unico modo per far conoscere le prestazioni delle moto è iscriverle a una corsa ed è così che il 25 settembre 1921, la Moto Guzzi conquista il primo alloro, vincendo la Targa Florio con Gino Finzi. S'inaugura una serie impressionante di successi, che dureranno ininterrottamente fino al 1957: nel ricchissimo palmares Moto Guzzi, al momento del ritiro dalle competizioni, figureranno tra l'altro ben 14 titoli mondiali velocità e 11 Tourist Trophy. E’ il mito della grande Aquila italiana
La crescita dell’azienda di Mandello è costante: nel 1923 il marchio è già conosciuto e ammirato ovunque e nel 1934 la Moto Guzzi è la più importante fabbrica italiana di motociclette.Storia e leggenda si mescolano nelle imprese di piloti entrati nella storia delle due ruote, su tutti Omobono Tenni (1905-1948), primo non inglese a vincere, nel 1937, il Tourist Trophy, allora la gara più famosa al mondo.
Primo e unico costruttore mondiale, nel 1950 la Moto Guzzi costruisce la prima Galleria del Vento in cui è possibile provare i prototipi in scala reale, portando allo sviluppo delle primissime carenature moderne.
Tra i tanti modelli prodotti dalla Guzzi ricordiamo: l'Airone 250 (un modello del 1939 che è stato per 15 anni la media cilindrata più diffusa in Italia); la Motoleggera 65 (più nota come Guzzino) e il Galletto che hanno caratterizzato la mobilità degli italiani nel dopoguerra.
Dalla fine del 2004 Moto Guzzi (già controllata da Aprilia) è entrata a far parte della Piaggio, un gruppo che produce oltre 600.000 veicoli l'anno, con 6.000 dipendenti e 8 impianti industriali nel mondo, e una presenza in oltre 50 Paesi.

Moto Guzzi

la giornata

i partecipanti
e il ristorante

galleria fotografica 
1 - 2

Omobono Tenni

link utili

WB01337_.gif (904 byte)

torna alla home