Pellizza da Volpedo - Il Quarto Stato

Il Quarto Stato – il più celebre dipinto realizzato Pellizza da Volpedo – è una delle opere simbolo del XX secolo ed è conservato a Milano nel Museo della Villa Reale.

Eseguito tra il 1898 e il 1901 secondo la tecnica divisionista, rappresenta un momento di sciopero e di protesta dei lavoratori che, avanzando verso la luce con il tramonto alle spalle, si muovono verso un futuro radioso lasciandosi alle spalle l’età dell’oppressione. La composizione del dipinto è bilanciata nelle forme e movimentata nelle luci, rendendo perfettamente l'idea di una massa in movimento.

Per queste sue caratteristiche il Quarto Stato (una tela di di cm 293 x 545) è così diventato l’emblema dei grandi temi della giustizia sociale, dell'uguaglianza (vi trova spazio paritario anche una donna con il bambino in braccio) e della libertà.

Temi già trattati e rielaborati più volte da Pellizza - a partire dal 1891, con Ambasciatori della fame, attraverso Fiumana, completata nel 1896, e il bozzetto preparatorio del 1898, Il cammino dei lavoratori, secondo il titolo inizialmente prescelto - e approfonditi durante questo percorso, di pari passo con l'evoluzione artistica del soggetto.

Il grande quadro era stato concepito e compiuto da Pellizza a Volpedo, lavorando in atelier per l'esecuzione dei grandi cartoni preparatori delle figure singole e dei gruppi, per cui posarono come modelli i compaesani, ma dipingendolo poi all'aperto, portando la grande tela sulla piazzetta oggi denominata Quarto Stato, dove la sua pittura divisionista poteva sostanziarsi della piena e calda luce estiva.

La forza dell'opera si consolidò a livello popolare e in questo ambito maturò anche l'acquisto nel 1920 da parte del Comune di Milano, per una pubblica sottoscrizione promossa da consiglieri di area socialista, con la destinazione alla Galleria d'arte moderna del Castello Sforzesco. Le qualità artistiche dell'opera sono poi tornate in primo piano, arricchendone anche la comprensione e l'interpretazione, a partire dagli anni Settanta con la Mostra del divisionismo italiano, che ha segnato l'inizio di un iter espositivo sempre più prestigioso sia in Italia che all’estero.

Pellizza
da Volpedo

la giornata

i partecipanti
e il ristorante

galleria fotografica
1 - 2

Il Quarto Stato

link utili

freccia.gif (904 byte)

torna alla home