Augusto Daolio

Augusto Daolio (1947 - 1992) è stato il cantante e uno dei fondatori, nei primi anni sessanta, del complesso dei Nomadi, gruppo destinato a diventare uno dei più importanti e longevi nella storia della musica italiana.

 

Eterno vagabondo, Augusto è da subito il leader riconosciuto del gruppo, per il suo carisma e per il suo stupendo rapporto con il pubblico: non si è mai considerato un divo, amava stare con la gente comune. Una delle sue doti principali era proprio la semplicità, insieme al desiderio di giustizia ed uguaglianza nei confronti delle persone e popolazioni più deboli e sofferenti.

 

Autore di testi bellissimi, poi diventati capisaldi del vasto repertorio dei Nomadi, i suoi inni e le sue invenzioni poetiche sono stati fondamentali per tanti giovani degli anni sessanta e settanta. E anche se quei giovani ormai sono diventati padri e madri, quelle canzoni continuano a vivere nei loro cuori e l'amore per queste è stato trasmesso ai loro figli, a dimostrazione che non esiste un salto generazionale quando le grandi tematiche della vita diventano un sentire comune.

 

La sua voce era unica, leggermente nasale ma capace di mille inflessioni, come unici erano il suo modo di stare sul palco e la sua capacità di trascinare il pubblico.

Ma l'attività artistica di Daolio non si è espressa solo nella musica. E’ stato anche pittore, scultore e poeta, con risultati per nulla disprezzabili. Una grande fantasia lo ha portato alla ricerca di un modo e di uno stile assolutamente magici.

 

Muore il 7 ottobre 1992, alla fine di una breve e straziante malattia. Dopo la sua morte la compagna Rosanna fonda l'associazione Augusto per la vita, mentre leader dei Nomadi resta Beppe Carletti, amico da sempre di Augusto e anch’esso tra i fondatori del complesso.

La sua tomba, nel cimitero di Novellara, è tuttora meta di pellegrinaggio da parte di migliaia di persone che percorrono lunghe distanze solo per un saluto, per lasciare un pensiero e un ricordo o semplicemente per respirare le atmosfere a lui care.

don Camillo
e Peppone
la giornata i partecipanti
e il ristorante
Augusto
Daolio
galleria fotografica link utili

freccia.gif (904 byte)

torna alla home