Costante Girardengo - il campione e il bandito

Una curiosità. Girardengo fu protagonista di una storia connessa con la sua presunta amicizia con un noto bandito anarchico: Sante Pollastri, anche lui di Novi Ligure e grande tifoso del Campionissimo, la cui carriera di brigante ebbe termine a Parigi, dove fu arrestato nel 1929. I due concittadini si incontrarono durante una Sei Giorni a Parigi. In seguito questo incontro fu oggetto di una testimonianza di Girardengo al processo a carico di Pollastri e l’episodio ispirò anche una canzone, "Il bandito e il campione", portata al successo da Francesco De Gregori e un libro di Marco Ventura, edito da Il Saggiatore nel 2006.

 

Questa è una storia che si basa sulla memoria, che si alimenta di ricordi, che parla di vicende memorabili, che non si possono dimenticare. Di leggende. Nella storia del bandito e del campione c'è questo di bello, che è la storia di due personaggi che non vivono solo nella dimensione del mito, ma fanno parte della quotidianità della gente. Il bandito, una volta catturato, si arrende e vive la vita del bravo detenuto. Il campione, una volta caduto, sorseggia il caffè al Caffè Teatro di Novi Ligure assieme ai compaesani e siede con loro a parlare di ciclismo perchè il ciclismo per i novesi è pane quotidiano. Il campione riceve gli amici in campagna, perchè la campagna è l'inizio e la fine della storia. Anche la bicicletta è l'inizio e la fine della storia, la bicicletta che "non muore mai."

(da Marco Ventura - Il campione e il bandito. La vera storia di Costante Girardengo e Sante Pollastro - Il Saggiatore, 2006)

 

Il bandito e il campione

di Francesco De Gregori

 

Due ragazzi del borgo cresciuti troppo in fretta
Un'unica passione per la bicicletta
Un incrocio di destini in una strana storia
Di cui nei giorni nostri si è persa la memoria
...

E chi sarà il campione già si capisce.
Vai Girardengo, vai grande campione !
Nessuno ti segue su quello stradone.
Vai Girardengo ! Non si vede più Sante
È dietro a quella curva, è sempre più distante
E dietro alla curva del tempo che vola
C'è Sante in bicicletta e in mano ha una pistola
Se di notte è inseguito spara
E centra ogni fanale
Sante il bandito ha una mira eccezionale
E lo sanno le banche e lo sa la Questura
Sante il bandito mette proprio paura
E non servono le taglie e non basta il coraggio
...
Ma un bravo poliziotto
Che conosce il suo mestiere
Sa che ogni uomo ha un vizio
Che lo farà cadere
E ti fece cadere la tua grande passione
Di aspettare l'arrivo dell'amico campione
Quel traguardo volante ti vide in manette
Brillavano al sole come due biciclette
Sante Pollastri il tuo Giro è finito
E già si racconta che qualcuno ha tradito
Vai Girardengo, vai grande campione !
...  

Costante Girardengo la giornata i partecipanti
e il ristorante
galleria 
fotografica
il campione
e il bandito
link utili

freccia.gif (904 byte)

torna alla home